Questi non sono disegni, sono superdisegni.
“Superdisegni” intendiamola proprio una parola che rappresenti quei disegni, illustrazioni, schizzi, che sembrano rappresentare una realtà parallela distanti anni luce dalla nostra, dove vorremmo catapultarci tutti.
L’autore di questi superdisegni è il superarchitetto Hoon Moon.

Hoon Moon possiamo definirlo, senza biografie varie, con:
“Visione confusa, esperienza mistica, sciamanesimo, arte surrealista, architettura hindu, buddismo esoterico, frattale, Mandala tantrico, droghe psichedeliche, LSD, architettura islamica, geometria, icona, simbolo, misticismo, animismo, occulto, genius loci, religione, allucinazione, esistenzialismo totemico, subconscio, testo, emancipazione”

Tutta la sua produzione di superdisegni la definisce come atto di terrorismo creativo, rivolto contro l’ordine e le imposizioni delle istituzioni.

Hoon Moon, in tutto questo, potrebbe essere il nostro collega di corso che dà con difficoltà gli esami e si scontra con i docenti, visto che è riuscito a laurearsi con grosse difficoltà. Quindi vi consiglio di tenere d’occhio colleghi del genere.

Inoltre, è talmente un superarchitetto che può permettersi di vestire tutto di rosso fuoco, lasciando il total black agli sfigati come noi.

No more articles