Per confini dello stato s’intende la linea ideale che delimita il territorio di ciascuno stato, o da quello degli altri stati confinanti, o da quello nullius.

Italian Limes è una riflessione filosofica prima ancora che geografica sullo spostamento dei confini italiani a causa del riscaldamento globale. Il focus è sul confine settentrionale italiano con l’Austria, quello in corrispondenza del ghiacciaio del Similaun che è in continua ridefinizione.

Il progetto è condotto da Folder (Marco Ferrari ed Elisa Pasqual) attraverso l’installazione di 5 GPS collegati ad un pantografo ora collocato presso le Corderie dell’Arsenale che riporta graficamente gli spostamenti dei confini che diventano visibilmente mobili ai visitatori della Biennale di Venezia dove il tutto sarà esposto fino al 23 di Novembre.

Il tutto è accompagnato anche da una sezione d’archivio che espone materiali e attrezzature dell’Istituto Geografico Militare, dagli anni Venti in poi, oltre ad una serie di foto realizzate da Delfino Sisto Legnani che documentano la spedizione per l’applicazione dell’attrezzatura avvenuto lo scorso Maggio.

 

No more articles