Hsiao-Ron Cheng – Rappresentare la quiete

Hsiao-Ron Cheng è un’illustratrice e digital artist nata a Taipei, Taiwan.

Da sempre appassionata di illustrazione, il suo approccio con lo strumento digitale avviene per caso. Non si definisce un’artista, la sua è una rappresentazione spirituale, un modo per rimanere in contatto con sé stessa. Accettando il sentimento umano nella sua complessità, Cheng lo rappresenta morbidamente sfumato. La sua è una tavolozza silente, meditata, eppure i suoi ritratti sembrano frutto di un tratto istintivo, immediato, in netto contrasto con la staticità dei suoi soggetti.

I colori pastello, le labbra rosse e gli occhi sognanti, straordinariamente espressivi. Difficile è rendere la profondità senza utilizzare ombre marcate, difatti i volti vellutati delle sue donne-bambine appaiono -volutamente- quasi bidimensionali.

La natura è un soggetto straordinario, carico di spunti poetici, Cheng rappresenta l’interconnessione tra uomo e natura, mostrandoci dei ritratti dall’aspetto vegetale.

Bambini come bambole, volti ricoperti da petali di fiori, conigli, dinosauri, paesaggi eterei, soggetti appartenenti ad un mondo infantile, agli almanacchi illustrati, alle fiabe ascoltate prima di chiudere gli occhi. Un mondo fragile, immobile e silenzioso, a tratti macabro, dallo sguardo paranoico.

“My work alludes to the deformation that physically separates children from plants and animals. The environments and situations that I paint are often of surrealist nature, reminiscent of school, and partly based on phantasy. My aim is to create more complex worlds with complicated stories of childlike and cruel creatures, showing different kinds of the fragile and oppressive anima in life.”

Silenziosi come alberi, realistici e surreali, come se l’uomo in giacca e cravatta di Magritte si fosse teletrasportato in un mondo fatato, dai colori pastello, come in un film di Miyazaki.

“Trees have always fascinated me. They don’t have to make big sounds or big actions to convince me they are unique individually… each of them has a specific look with plenty of details. Their temperament seems to me to be calm and gentle.”

Hsiao-Ron Cheng nel 2012 ha ricevuto lo Young Illustrator Award, inoltre è stata pubblicata su numerose riviste come Hi-fructose, Juxtapoz Magazine, Joia Magazine; si è occupata di alcuni murales per un Coffee Shop di Sydney e le sue illustrazioni sono sempre più numerose ed apprezzate in diverse parti del mondo.

“I do think my work is reflective of the hybrid place that is Taiwan. Taiwan had been colonized by Netherlands, Spain, China and Japan in the past centuries. Our culture combines Chinese with Japanese and Western culture nowadays. The city I live in likes to keep the ancient things and also welcome the fresh— it’s a tiny place mix of old and new… this phenomenon sometimes affects my aesthetic creation.”

Sul suo sito web è possibile seguire il suo lavoro.

Hsiao-Ron Cheng su Behance

Hsiao-Ron Cheng su Tumblr