Come rivalutare un piccolo borgo delle montagne friulane?
Animandolo di colori e suoni.

Partendo da questo presupposto l’Associazione Forgaria Vita Giovane sta dando forma alla prima edizione di Collimazioni festival (Facebook), manifestazione dedicata alla street art, alla musica e alla valorizzazione del territorio, con il patrocinio del comune di Forgaria nel Friuli (UD), il supporto della Regione Friuli Venezia Giulia e in collaborazione con le Associazioni AccordiConcordi e Rizoo.

Collimazioni

Collimazioni

Sarà proprio la Street Art a fare da apripista al festival attraverso la realizzazione, nella prima settimana di settembre, di opere murali curate da 3 artisti noti nel panorama artistico nazionale ed internazionale, i quali sfrutteranno dettagli dell’architettura urbana della città di Forgaria al fine di riqualificarne il valore architettonico e artistico. Gli spazi scelti sono collocati in zone strategiche del paese e soprattutto in aree di passaggio.

Oltre ai tre ancora da scoprire, è già visibile l’opera realizzata in esclusiva da uno dei più interessanti nomi del nuovo astrattismo italiano: Tellas, “poeta del segno”, capace di andare oltre il semplice piano visivo e tirar fuori dagli elementi naturali le forme e le strutture che vi sono dietro.

Recentemente citato in un articolo apparso sull’Huffington Post a firma di Katherine Brooks, tra i 25 migliori street artist al mondo, i suoi lavori sono caratterizzati dalla presenza di una forte componente grafica, dagli andamenti geometrici che la compongono e che vanno a creare uno spazio che oltrepassa i limiti bidimensionali del muro, edificano architetture vegetali che ridisegnano l’ambiente urbano e che mettono in risalto l’elemento primordiale della terra. Ogni sua creatura  sembra essere sfuggita dal disegno di un architetto per posarsi proprio dove meno ci si aspetta.

Ed in questo caso il dove sono le pareti esterne del centro polisportivo di Forgaria che, negli ultimi giorni di luglio, sono state scelte come teatro per il suo lavoro: campiture di colore pieno in tonalità graduali che vanno a svilupparsi nella lunghezza delle pareti esterne dei due fabbricati. Su questo sfondo si stagliano dei piccoli dettagli bianchi, dei rametti fluttuanti, quasi l’edificio si stesse trasformando in una versione animata del bosco circostante. Un intervento giocoso, site specific, pensato oltre che per il luogo anche per l’utenza che lo frequenta.

Questo lavoro in preview è il primo refolo di un vento colorato che inonderà la cittadina nel corso del prossimo mese.  A breve saranno resi noti i nomi degli altri artisti che interverranno sul luogo.

È  atteso un intenso flusso di visitatori per il festival e l’amministrazione ha già predisposto un servizio di free camping e continua a sostenere l’interessante modalità dell’Albergo diffuso.

Il risultato finale di questo evento, che mira ad avere una continuità nel tempo, cambierà indubbiamente il volto e le sembianze del piccolo Comune friulano.
L’inaugurazione del Festival è prevista per sabato 06 settembre alle ore 18:30 in Via Costa – presso i 13 Archi murali in ingresso alla Città, dove saranno realizzate parte delle opere di Street Art.

Il sito web di Collimazioni festival

La pagina Facebook di Collimazioni festival

No more articles