Dominique Conil è francese, ama fotografare e sviluppare da sola le sue pellicole.

Abita a Parigi ma è nata in Provenza, vicino al mare al quale lega gran parte dei suoi ricordi d’infanzia.

È da sempre il tipo di persona che sta da parte e osserva, si perde nella formulazione dei suoi pensieri che poi diventano la base della sua immaginazione. Una sognatrice ad occhi aperti, si autodefinisce.

A memory of a blue summer è una serie fotografica in cui la fotografa osserva il mare, le spiagge e le persone riuscendo a trasmettere la pace e la calma in scatti puliti immersi in un’atmosfera quasi hoflehneriana.

Abbiamo chiesto a Dominique di parlarci di questa raccolta, di quello che c’è dietro e di quello che c’è dentro, e lei la racconta così:

“Ho scattato questa serie la prima volta che sono stata sulla costa dell’Oceano Atlantico, a Hossegor, in Francia. Conoscevo il Mediterraneo e i suoi paesaggi come le mie tasche, ma non sapevo assolutamente nulla dell’Oceano. Volevo ricordare quel giorno speciale, l’atmosfera pacifica ma al contempo energica che trasmetteva, la calma del blu infinito davanti a me, le spiagge immense, le persone che ridevano in lontananza, gli aquiloni nel cielo, tutti quei semplici momenti e il tempo che sembrava come sospeso. Tutto sembrava leggero e precario. Mi sono sentita  svuotata e libera.”

È esattamente questa sensazione di pace e libertà che ci arriva forte e fragorosa, trasportandoci in un momento in quegli scenari color pastello in cui lasciar correre la nostra immaginazione e a cui abbandonarci un po’.

Puoi guardare gli altri lavori di Dominique sul suo flickr.

No more articles