Tableaux d’intimités – I collage di Anne-Laure Maison

Sbirciare attraverso le finestre è il mezzo più affascinante per ammirare le vite altrui. Molte persone lo fanno, alcune ne sono addirittura ossessionate, soprattutto quando è notte e le luci all’interno della casa riescono ad attirare gli sguardi come fossero calamite.

C’è chi le guarda perché è curioso, chi lo fa involontariamente, addirittura c’è chi lo fa per stalking, c’è chi invece le scruta provando ad immaginare cosa c’è dentro.

Anne-Laure Maison è una fotografa ed artista francese praticamente ossessionata dalle case degli altri e dalle loro vite, quelle che lei prova ad immaginare guardando attraverso una finestra

Maison in francese vuol dire casa e proprio nel suo nome si cela la sua ossessione.

“Casa è anche il mio nome.
Un nome che ho bisogno di colmare.
Riempiendo l’assenza di mio padre.”

La prima cosa che fa quando entra in una casa è visitare tutte le stanze, spinta dalla curiosità, poi fotografa gli interni quando i proprietari la invitano a farlo.
A volte ha bisogno di stare fuori, di osservare le porte o le finestre, quelle minime aperture piene di mistero che ama fotografare e che la lasciano fantasticare.

Nella sua serie Tableaux d’intimités Anne-Laure Maison fotografa le finestre di notte per poi creare delle composizioni suggestive. Isola le porte e le finestre dal contesto architettonico, mettendone in risalto l’aspetto puramente estetico.
Crea dei collage su sfondo nero assemblando con cura tutti questi scorci pieni di luce così da metterli in risalto. Tutte queste aperture illuminate le ha fotografate durante i suoi viaggi tra New York, Amsterdam, Praga e Parigi. In questa serie racconta pezzi di vita “rubati” dalle facciate degli edifici, lasciando immaginare cosa avviene negli spazi dietro le finestre, tra quelle quattro mura che per lei sono contenitori di vite e di storie tutte diverse.

I suoi collage racchiudono storie che provengono da parti diverse del mondo, posti molto lontani tra loro, che nelle sue opere si ritrovano ad essere così vicini, pezzi di uno stesso puzzle. Sono composizioni che infondono mistero e curiosità accompagnate da un forte senso estetico, capaci di stupire e affascinare chiunque le guardi.