Il 15 Novembre apre le sue porte al pubblico A-Tipografia, il nuovo spazio policulturale fondato dall’artista internazionale Andrea Bianconi e dalla curatrice Elena Dal Molin.

Un’associazione completamente no-profit che si propone di auto sostenersi unicamente tramite l’adesione e le donazioni dei tesserati.

Ancora una volta gli italiani che contano all’estero tornano nel nostro Paese per promuovere ciò che col tempo sta scomparendo: il rispetto per l’arte e l’identità creativa. Un grande progetto quello dei due fondatori di A-Tipografia da divulgare e prendere ad esempio per portare avanti la Cultura e sostenere l’unico vero modo per essere liberi, l’arte.

Il luogo prescelto di Bianconi e Dal Molin è una vecchia tipografia dell’Ottocento che si trova ad Arzignano, un piccolo centro cittadino in provincia di Vicenza. Completamente sgomberata dagli attrezzi che prima la caratterizzavano, la tipografia è stata ora adibita a centro espositivo. In questo posto affascinante di 1000 metri quadri che continua a mantenere la sua identità, i fondatori di A-tipografia si propongono di ospitare artisti di ogni genere e di ogni provenienza.

Per la realizzazione del progetto culturale A-Tipografia che coinvolge tutte le espressioni artistiche, dalla letteratura alla pittura, dal video alla performance, Bianconi e Dal Molin hanno allestito un calendario da mozzare il fiato. Già dal prossimo mese sono in programma dibattiti sull’arte e incontri privati con i personaggi di spicco dell’arte contemporanea italiani e internazionali, riflessioni musicali e concerti.

All’inaugurazione, prevista per metà novembre, apre il ciclo espositivo proprio Andrea Bianconi, artista italiano contemporaneo che si è saputo distinguere in tutto il mondo. I suoi lavori sono esposti al MoMa di New York ed egli stesso è stato fautore di una performance alla V Biennale di Mosca. Per A-Tipografia presenterà “Tunnel City”, in cui si propone di definire il concetto di tunnel inteso come “simbolo dalle infinite possibilità dei significati”. Bianconi, per questa mostra, ha rimodellato secondo il suo stile la grande area espositiva, disegnando con i pennarelli le pareti dello spazio con l’intento principale di comunicare singolarmente in maniera intima e personale a ciascun visitatore.

I disegni di Bianconi saranno accompagnati dai testi di Luigi Meneghelli, Gianluca D’Inca Levis e Fabrizio Panozzo, che accompagna il visitatore lungo un viaggio ultrasensoriale attraverso il tunnel.

Per saperne di più sull’inaugurazione e sugli ulteriori progetti futuri di A-Tipografia visitate il sito oppure la pagina facebook “Atipografia”.

No more articles