Torna l’appuntamento settimanale col magazine fotografico Phases e la rubrica per il nostro sito. Vi ricordiamo che una delle loro tre segnalazioni settimanali la trovate qui da noi con un testo d’accompagnamento e, dopo l’esordio con Madison Dinelle, Jérôme Montagne e Alexis Vasilikos ci segnalano per il loro secondo post la fotografa Eleonora Milner e la sua serie, tutt’ora on going, PuLia.

Classe 88, Eleonora nasce a Venezia e nelle raccolta in esame racconta, attraverso i suoi scatti, un’indagine territoriale sulla Puglia cominciata quest’anno. La regione è associabile soprattutto all’estate e ai giovani, ma queste foto in bianco e nero rallentano i pensieri, le associazioni mentali, e quasi sembra di vedere questi territori per la prima volta. Il tutto grazie alla lente diversa a cui sono sottoposti, una lente che li porta fuori da uno spazio definito e li rende accomunabili a qualsiasi posto di mare.
C’è della poeticità in questa serie ed un’eleganza che solo il bianco e nero sa rendere se coniugata con un occhio attento ed educato come quello in questione. Memorie di un’estate ormai passata che lasciano in bocca un retrogusto conosciuto, dolce come potrebbe essere il presente e un po’ amaro come quasi sempre sono i ricordi.
E a noi non resta che lo scorrere di queste foto che hanno lo stesso effetto di quando da piccoli guardavamo fuori dalla finestra durante le lezioni noiose a scuola. Gomiti sul banco e mani a sorreggere una testa così leggera da volare via, verso la PuLia, pardon, Puglia.

Per recuperare il primo consiglio, questo è il link.
Per guardare la gallery completa, andate su Phases.

No more articles