Che il genio si accompagni alla sregolatezza è risaputo.
Spesso, infatti, i più grandi estri del nostro tempo hanno alternato momenti di folle creatività ad altri di ingiustificata sregolatezza.
Non rappresenta un’eccezione John Galliano che per più di un decennio è stato la mente creativa della Maison Dior. Dopo 15 anni di onorato servizio, arco di tempo durante il quale ha portato a fasti inimmaginabili la casa di moda francese riuscendo a far convivere il suo eccesso col romanticismo legato alla tradizione sartoriale, un gesto folle gli è costato la carriera.
Dopo le accuse di antisemitismo, confermate poi dal tribunale francese, è stato infatti allontanato dalla Maison Dior scomparendo gradualmente dalle scene.

Come un’araba fenice però, ecco che torna oggi in passerella alla guida di una delle case di moda più seguite ed imitate: Maison Martin Margiela. La maison “senza volto” per eccellenza, quella in cui l’identità del designer, dal fondatore Martin Margiela in poi, è rimasta sconosciuta a pubblico e media, decide quindi di puntare su una personalità così accentuata.
L’annuncio è avvenuto durante la cerimonia dei British Fashion Award in cui è stato confermato il nuovo ruolo di Galliano alla direzione della linea di Haute Couture.

Lo scalpore non si è fatto attendere ed è stato subito alimentato dalla decisione del neo direttore creativo di spostare l’evento a Londra.
La sfilata avrà luogo il 12 gennaio 2015 al “Tea Time” e, stando anche solo al nome, ci si aspetta un tocco tipicamente british al tutto. L’attenzione di tutti è ovviamente però spostata su questa estrosa figura del fashion system e sulla sua capacità di reinventarsi. Sarà in grado di stupire ancora? Riuscirà a reinterpretare lo stile Margiela senza snaturarne i tratti essenziali?
Su una cosa siamo certi, la sfilata si preannuncia come uno degli eventi più attesi dell’anno.
Staremo a vedere.

No more articles