Babbo Natale è una figura presente in molte culture, che distribuisce i doni ai bambini, di solito la sera della vigilia di Natale.
Una leggenda metropolitana diffusa sostiene che il colore degli abiti del Santa Claus odierno sia frutto delle campagne pubblicitarie della Coca Cola; a sfatare questa leggenda però sono le diverse tracce di Babbo Natale vestito di rosso e bianco già anni prima dei disegni pubblicitari della Coca Cola.
Un’altra curiosità è che il nome Santa Claus ha origine da Sinterklaas, nome olandese del personaggio fantastico derivato da san Nicola, che viene chiamato anche Sint Nicolaas; questo spiega anche l’esistenza di diverse varianti inglesi del nome (Santa Claus, Saint Nicholas, St. Nick).
Di solito, Babbo Natale viene rappresentato come un anziano signore corpulento, gioviale e occhialuto, vestito di un costume rosso con inserti di pelliccia bianca, con una lunga barba anch’essa bianca.

Di solito, ma non quest’anno.
Sì, perché l’agenzia Joint London ha immaginato cosa succederebbe se i designer più in voga in questo periodo decidessero di vestire Santa Claus.
Nel tentativo di svecchiarsi, il caro Babbo Natale svestirebbe il cappello rosso per far spazio ad un 5 panel d’ordinanza o ad un total look firmato Acne, Alexander Wang, Maison Martin Margiela, Marni, Raf Simons, Rick Owens e Saint Laurent. Se vi piacciono, oltre che ammirarli nella nostra gallery, potete anche usarli come cartoline di Natale per i vostri amici con più stile.

L’intento di svecchiare uno dei personaggi più amati dai bimbi ha spinto anche Simeon Georgiev a realizzare delle action figure di Babbo Natale versione street. 3 outfit unici, ciascuno che gioca però col colore per antonomasia questa volta, il rosso.

Qualunque sia il suo look, quello che ci interessa maggiormente è che non faccia scherzi il caro Santa Claus e si ricordi di noi tra il 24 e il 25.
PS: mi raccomando il cappotto.

No more articles