Oggigiorno è difficile distrarsi. La nostra vita è completamente veicolata dai nostri impegni. Il lavoro che finalmente abbiamo ottenuto dopo anni di fatica difficilmente ci permette di fermarci, osservare. E mentre il tempo avanza imperterrito, tutto cambia. Eppure a noi sembra di vivere costantemente lo stesso giorno nella stessa settimana.

Fabio Vittorelli, è un fotografo italiano che ha saputo far parlar di sé attraverso le communities di Photovogue e 500px.

I suoi scatti si distinguono per la loro semplicità, potremmo dire “istantaneità”. La perfetta definizione e i forti contrasti cromatici sono i suoi due aspetti stilistici più evidenti.

Prima le accese macchie di colore, poi le situazioni intriganti e inconsuete. Le fotografie di Vittorelli impressionano particolarmente per la maniera con cui l’artista riesce a comunicare scene quotidiane con un linguaggio tutto personale.

La sua ultima serie fotografica è stata realizzata a New York City. Il fotografo, attraverso le immagini, ci aiuta a conoscere la quotidianità dei luoghi più belli della Grande Mela. Questa città, ritratta in tantissimi scatti, appare in una maniera del tutto inconsueta.

Oltre ai maestosi e giganti palazzi che la compongono, il nostro sguardo si sofferma inevitabilmente sulla presenza umana. Le fotografie descrivono al meglio lo stile cosmopolita della città americana, insito negli abitanti come nell’architettura.

I passanti abbandonano il ruolo di semplici comparse diventando i primi protagonisti di storie sempre diverse e interessanti.

L’occhio del fotografo riesce a creare dei veri e propri mosaici fotografici i cui tasselli sono gli abitanti della città e il risultato è la città stessa.

Il tutto crea una perfetta galleria di immagini che incuriosisce chi guarda: iincantevoli quadri in cui l’uomo, seppur in maniera disinteressata e distratta, è in perfetta armonia con i luoghi che vive.

No more articles