Filippo Sorcinelli è un creatore poliedrico impegnato su più versanti della ricerca artistica contemporanea: pittura, fotografia, video, installazioni, musica, sartoria fino ad arrivare alla realizzazione di essenze profumate.

Il suo percorso è stato caratterizzato dalla presenza di differenti stimoli che hanno permesso, sia al Filippo uomo che al Filippo artista, l’affermazione di una persona al centro di un panorama senza tanti paletti.

Nella sua formazione compaiono anche il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro e il Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma, dove ha concluso superbamenti gli studi musicali organistici.

Filippo riesce sicuramente a intersecare le sue creazioni seguendo un filo logico che si dipana tra il bianco e il nero, ma che ha anche diverse sfaccettature.

Da una pittura informale a video di natura lirica, il lavoro di Filippo Sorcinelli tocca diversi punti per poi scomporsi e ricomporsi in diverse forme.

Nel 2001 Filippo idea LAVS, sartoria di abiti sacri ed ecclesiastici, che lo ha portato ad una fama internazionale. Di notevole interesse quindi è la collaborazione col museo del Louvre, in occasione della mostra dedicata al pittore francese Georges de la Tour; in cui l’artista ha realizzato con estrema mimesi due abiti sacri presenti in un dipinto della mostra.

L’artista ha una capacità comunicativa che riesce a toccare i cinque sensi.

Vista, per l’acuta abilità fotografica di filtrare il bianco con il nero ed il nero con il bianco.

Udito, per le virtuose esibizioni di organo, rivisitato in chiave liricamente goth.

Olfatto, per la recente creazione Unum, summa di tre fragranze delicate ed eleganti, tra misticismo e spiritualità.

Tatto, con installazioni minimaliste, concettuali, sobrie: chiavi per entrare nella sua mente e profondità artistica.

Gusto: data la molteplicità di espressione dell’artista, il gusto può quindi educarsi attraverso una visita guidata alle ricerca artistiche ed extra-artistiche di Filippo.

No more articles