Il nuovo evento di Marker, Alive Green Flux – Seconda Tappa

Il 9 maggio prossimo, all’interno del Festival della Luce, gli amici di Marker presentano il loro nuovo evento Alive Green Flux e – per arrivarci preparati – hanno deciso di raccontarcelo a tappe.
Qui recuperi la prima, qui sotto trovate la seconda:

La seconda “macro” tappa è legata – inevitabilmente – al percorso creativo; consiste infatti nel riuscire a mettere ordine al turbinio di idee, suggestione, riferimenti e pazzia che aleggiano disarmonicamente nella mente degli artisti e nelle loro estensioni: mani, dita, mouse, schermo pc.

Come ogni processo creativo, prima di raggiungere il tanto ricercato equilibrio tra le idee, è importante attraversare una fase di “sano caos”, all’interno del quale l’artista di videomapping è letteralmente tempestato da riferimenti grafici, matematici, storici, artistici dai quali risulta fondamentale apprendere e lasciarsi trasportare al fine di non lasciare nessun aspetto da parte, nulla che sia escluso a priori, ma piuttosto provare liberare al massimo le potenzialità del processo divergente e analogico alla base del pensiero creativo.

Superato questo affascinante viaggio nei meandri della fantasia, giunge il momento di cominciare ad impostare un ordine empiricamente fondato, ad incanalare emozioni e a creare un moodboard dal quale modellare definitivamente uno storyboard del proprio concept e del proprio racconto.

Per moodboard, traducibile dall’inglese come la “tavola delle emozioni”, ci si riferisce ad una elaborato che comprende e mischia (in maniera non per forza ordinata) tutti gli spunti, le emozioni, i riferimenti, i pensieri, e molto altro in unica visione. Questa tavola si riferisce principalmente al pensiero che si vuole trasmettere senza pero’ consideralo ancora come elaborato effettivo di lavoro.
È una visione d’insieme di ciò che si punta a trasmettere.

Lo storyboard, traducibile dall’inglese come la “tavola del racconto”, è uno schema, più’ o meno grafico, che permette di visualizzare come le emozioni ed i pensieri, prima citati nel moodboard, possano prendere una forma ed un ordine logico atto a trasmetterli correttamente.

–Marker e Antimateria