Mihaela Noroc è una fotografa nata a Bucarest in Romania 29 anni fa.

“I love the variety of earth, the diversity of people and I try to go beyond their surface, to discover their sincere and authentic side, to photograph it.”

Mihaela vive per viaggiare e, ad oggi, il suo girovagare le ha dato la possibilità di conoscere più di 60 paesi al mondo.

Qualche tempo fa la fotografa ha deciso di integrare i suoi viaggi con il progetto The Atlas of Beauty, ideato e sostenuto economicamente da lei stessa.

In pochi mesi il progetto ha iniziato a girare per il web attraverso i social networks, conquistando sempre più il consenso del pubblico.

“In my opinion, beauty means to keep alive your origins and your culture.  To be natural, sincere,authentic, particular, not necessary fashion or skinny.”

Sin dagli esordi, ciò che colpisce di più delle fotografie di Mihaela è sicuramente la forte sensibilità. La fotografa non si accontenta facilmente e ogni soggetto ritratto mostra delle particolarità a sé stanti. Ogni donna, giovane o anziana che sia, appare bella in una maniera diversa dal normale. Senza seguire nessuno dei canoni contemporanei che pressantemente uccidono la diversità stabilendo un ideale di bellezza globale, la fotografa si lascia trasportare dalla storia e dalla cultura che le donne incontrate rappresentano.

Più che una bellezza esteriore, quel che comunicano le fotografie della serie sono incantevoli e profonde emozioni. Paura, spensieratezza, malinconia e felicità diventano realtà osservabili nell’ampio sguardo di una ragazza, nel timido sorriso di un’anziana contadina e nella retta postura di una giovane madre.

“The Atlas of Beauty is not just a collection of images with women from all around the world. Behind each photo there are full days of work, risks and sacrifices”

La sfida di Mihaela contro la società attuale continua ad esistere e durerà fino a quando potrà avere i fondi necessari per studiare ancora la bellezza del mondo. Per sostenere questo progetto, la fotografa ha messo a disposizione una piattaforma worldwide.

No more articles