Il Giappone è ora campione del mondo di calcio, per robot.
Si è infatti conclusa la 18a Robot World Cup ─ meglio nota come RoboCup ─ svoltasi a Hefei in Cina che, dopo numerose partite, ha visto il team giapponese del Chiba Institute of Technology sconfiggere in finale il team cinese della Zhejiang University col risultato di 1-0.
Lo scopo della competizione è promuovere la robotica e la ricerca sull’Artificial Intelligence usando lo sport più famoso al mondo. Dagli albori di strada ne è stata fatta e ora tutti i robot ─ provenienti da 45 diversi Paesi nel mondo e divisi in vari gironi per dimensioni e struttura ─ sono autonomi al 100%, raccolgono informazioni dai loro coach umani, ma non tattiche di gioco. Ogni partita ha anche un arbitro, ma l’obiettivo principale è quello di migliorare la stabilità evitando che i vari giocatori, calciando l’aria, perdano equilibrio. Una delle previsioni degli organizzatori è quella di riuscire a creare nei prossimi 50 anni un team di robot in grado di sfidare una rappresentanza di umani in una partita dall’appeal futuristico.

A giudicare però dai video, di strada da fare ce n’è ancora tanta.

Altre informazioni sulla RoboCup sono sul sito degli organizzatori.

No more articles