Mercoledì 30 settembre 2015 alle ore 18:30, presso la galleria COLLI Independent Art Gallery di Roma, viene presentato il libro Atem, pubblicato dalla casa editrice romana Yard Press e realizzato da Massimiliano Tommaso Rezza. In concomitanza con la presentazione, si inaugura inoltre l’installazione site specific ad esso associato ed opera dell’autore stesso, Sarà tolto, a cura di Paola Paleari.

Atem è un serbatoio di oltre duemila fotografie che registrano o evocano la ‘sopravvivenza nel puro quotidiano’: situazioni, soggetti, circostanze e atmosfere ignorati sistematicamente dalla pratica standardizzante e conservatrice della comunicazione. Questa nebulosa d’immagini somiglia a un organismo complesso che mantiene in vita e salvaguarda un’estesa area di situazioni private e pubbliche generalmente ritenute insignificanti o trascurabili. Tale esteso universo di immagini non può che strabordare dal libro: la struttura del volume è stata ottenuta senza selezionare ad hoc le fotografie, senza intervenire sulla loro sequenza, senza rispetto per i canoni estetici, ma si è pensato di affidare la massa fotografica a un processo puramente casuale, privo di qualsiasi intervento umano. Tutte le fotografie presenti nel libro rispettano rigorosamente l’ordine numerico dell’archivio fornito dall’autore e sono presentate sequenzialmente nelle loro dimensioni originali, senza preoccuparsi dello spazio che occupano nelle pagine. In una fase successiva del design del libro, le singole pagine sono state casualmente rimescolate, intervenendo sul software di impaginazione, senza tenere conto delle possibili smarginature o sovrapposizioni delle immagini.

Il libro che risulta da questo processo si presenta come un contenitore ‘attivato’ da un’azione random che rivela, svela e crea nuove associazioni, configurazioni, complessi.  Il libro non soddisfa nel lettore alcun bisogno di compiutezza e criterio, ma funziona come un dispositivo che espone il materiale sensibile e interdetto, e ne segue le sua traiettoria oscura, obliqua. Il lettore è chiamato a riempire gli spazi vuoti, a ricomporre i frammenti e a cercare il loro significato affidandosi all’immaginazione e bisogno del momento.

L’installazione che accompagna la presentazione del libro, ospitata nel piano underground della galleria, è il secondo appuntamento del programma project-book di COLLI Independent Art Gallery, ideato allo scopo di fornire al visitatore una piattaforma dove il progetto libro è presentato come ambito di espressione e studio. Pur partendo dalla medesima matrice visiva e dagli stessi presupposti concettuali che hanno dato origine al libro, Sarà tolto si struttura come un approdo indipendente rispetto al prodotto editoriale.

Lo spazio sotterraneo della galleria, strutturalmente chiuso e scuro, è illuminato solamente dalla luce proveniente da una proiezione video, che insiste sulla parete dove una stampa di piccole dimensioni è collocata quale unico elemento fotografico. Un allestimento basato su poster digitali si dispiega sulle pareti laterali. Secondo un registro volutamente simbolico, i tre elementi interagiscono nella rappresentazione del ruolo che l’immagine e il suo consumo ricoprono all’interno della nostra società: una stampa—il ritratto immobile e severo di una donna—impersonifica l’universo liminale che per Rezza è escluso dal “canone fotografico” e allo stesso tempo gli scorre accanto sommerso e indefinito; la proiezione –che, insistendo sulla stampa stessa, ne svela o ne cela ritmicamente il contenuto – rappresenta l’impossibilità di una visione chiara e uniforme di questo mondo; il terzo elemento, posto ai lati rispetto a questo anti-spettacolo, è  un pubblico opaco, una massa indistinguibile che si sottopone in modo inconsapevole a una visione incompleta, priva di un riconoscibile interesse estetico e senza alcuna finalità narrativa.

Così come nel libro viene negata la possibilità di una lettura “standard”, ossia integrale e lineare del suo contenuto, anche nell’installazione viene proposta una visione alternativa, dettata dalla qualità di un’immagine diversa, un’immagine autonoma che fa luce solo quando si completa in modo a-programmabile con il flusso di un’esperienza reale, accidentale, non selezionata, non sottoposta allo scrutinio dei codici della comunicazione contemporanea.

Inaugurazione: mercoledì 30 settembre 2015, h.18:30
COLLI Independent Art Gallery
Via di Monserrato 40
00186 Roma

Sarà possibile acquistare il libro Atem sia in edizione speciale che in quella standard e il poster co-prodotto per l’occasione da Yard Press e COLLI publishing platform.

No more articles