Optimum Compress e le idee che resteranno tali

La storia è piena di progetti che sono rimasti embrionali e non hanno mai visto la luce. E molto spesso tra queste idee si nascondono delle cose bellissime, come nel caso di Optimum Compress, font realizzato da Studio io, per una campagna riguardante poster di musica elettronica.

Ispirato dal typeface Blackletter ed incentrato sull’ascolto della musica che il cliente voleva poi proporre, il font richiama uno stile gotico che però ─attraverso l’espediente di una variazione di angolatura─ risulta futuristico e soprattutto elegante.
Il risultato finale è un font al tempo stesso “maschio” ma sobrio.
Nonostante ciò, l’idea è stata comunque bocciata. Non ci è dato conoscere il poster finale o il tipo di musica che andava promosso, sta di fatto che speriamo venga messo presto in commercio, perché Optimum Compress è già nei nostri font preferiti.