Spesso le luci dei film e i colori dominanti, anche se ritoccati in post-produzione, diventano tratti distintivi della pellicola in modo più o meno palese.

Partendo da questa idea, Alexandre Tournay ha deciso di analizzare più di mille film del patrimonio cinematografico mondiale –di ogni epoca e provenienza– e riassumerli in mille dischi colorati.

Il metodo è questo: ogni fotogramma viene analizzato e riassunto in una linea circolare del colore predominante, tutte le linee della pellicola, successivamente vengono disposte in maniera concentrica. I dischi che ne derivano sono artwork che riassumono l’umore e l’atmosfera dell’intero film.
Il libro La Couleur des films è edito da Pyramyd Editions e sarà presentato ufficialmente il 30 settembre.

No more articles