Intervista illustrata | Sara Gironi Carnevale in 5 disegnini

Non tutti sono a proprio agio con le parole, alcune persone riescono ad esprimere appieno il proprio essere con la musica, altre con le immagini. Per questo motivo, abbiamo deciso di iniziare questo nuovo tipo di format in cui diamo 5 input ad alcuni degli illustratori che più ci piacciono e chiediamo loro di rispondere attraverso dei disegnini. Non un qualcosa di complesso e elaborato, ma proprio degli schizzi abbozzati su carta, come quando da bambini diamo forma alla nostra fantasia.

Sara è una giovane illustratrice “made in Naples” ma con base a Torino, città in cui si è trasferita per conseguire un Bachelor in Communication and Graphic Design.
Dopo il Bachelor ha vissuto per qualche mese a New York, il tempo necessario per innamorarsi della città e ritornare in Italia con un sogno nel portapenne e il desiderio di fare ciò che davvero ama: disegnare.
Ironica, a volte irriverente, curiosa e sempre affamata di nuove idee (ma anche affamata e basta), le sue illustrazioni hanno un forte impatto emozionale.
Diritti umani, l’inconsistenza della società e le ingiustizie dell’Era Moderna, sono i temi più ricorrenti nel suo lavoro, caratterizzato da una sorprendente sensibilità aiutata da uno stile pulito ed un coraggioso utilizzo dei colori.

Cosa sognavi di fare da bambina

Cosa hai mangiato ieri sera

La tua attività preferita

La tua idea di serenità

Come ti immagini tra 20 anni