Intervista illustrata | Irene D’Antò in 5 disegnini

Non tutti sono a proprio agio con le parole, alcune persone riescono ad esprimere appieno il proprio essere con la musica, altre con le immagini. Per questo motivo, abbiamo deciso di iniziare questo nuovo tipo di format in cui diamo 5 input ad alcuni degli illustratori che più ci piacciono e chiediamo loro di rispondere attraverso dei disegnini. Non un qualcosa di complesso e elaborato, ma proprio degli schizzi abbozzati su carta, come quando da bambini diamo forma alla nostra fantasia.

Irene D’Antò, nata nel 1984 ad Anagni. Diplomata con lode in Illustrazione e animazione multimediale presso Istituto Europeo di Design di Roma nel 2006.
Pittrice, illustratrice, disegnatrice e amante della musica e del canto sin da piccola.
La mia arte non è mai la stessa, perché ogni giorno mi sento diversa, penso qualcosa di nuovo o mi innamoro di qualcosa che porta ispirazione. Molto spesso infatti mi perdo fra mille cose e ho bisogno di lungo tempo per la riflessione e per una produzione soddisfacente. Durante questo percorso creativo trovo e riconosco me stessa.
Il mio lavoro è molto personale, ogni progetto o singola illustrazione è legata alla necessità o al desiderio del momento.
Mi piace usare: tempera, acrilico, acquarello, pennarelli, inchiostro, penna BIC e gli insostituibili brushpen Pentel.”
Irene D’Antò

Cosa sognavi di fare da bambina

Cosa hai mangiato ieri sera

La tua attività preferita

La tua idea di serenità

Come ti immagini tra 20 anni