Maggio in alcuni posti del mondo è il mese della bicicletta. Prendete questa informazione, aggiungeteci la poesia e le innumerevoli metafore che il mezzo a due ruote richiama alla memoria e capirete che non ci sono ragionevoli motivi per non realizzare un articolo su alcune bici da sogno.

The Detroit Arrow è la nuova bicicletta a scatto fisso di Shinola, la prima in questa direzione dopo quella a 3 e a 11 velocità.
Disponibile in nero e bianco, presenta un telaio in acciaio, manubri in sughero, mentre i forcellini posteriori personalizzati presentano una “S” intagliata al laser.
Ogni componente è montato a mano e testato in fatto di precisione della qualità.

Tokyobike, per la collezione di bici Primavera/Estate 2015, ha puntato sui colori, compreso il nostro amato bianco. Più che sui dettagli tecnici, ha incentrato la campagna sul design e su un claim molto accattivante del tipo “se la vita è un viaggio, allora fanne uno colorato“. Noi ci fidiamo ed intanto continuiamo a riguardare la gallery.

Qui ci troviamo di fronte ad un pezzo storico: la prima volta che la Jopo Bike è stata presentata era il 1965. Era la classica “bike for any and every rider”.
Sedile e manubrio ampiamente regolabile rendono la bici facilmente utilizzabile da chiunque. La forma classica resta ─ nonostante degli adeguamenti necessari e giustificabili ─ e l’aggiunta di più colori nella scelta fanno sì che l’appeal dovuto alla commistione tra vintage e moderno sia altissimo.

Ci rifiutiamo di dover ─parlando di Afteroom ─ fare delle presentazioni, quindi saltiamo direttamente alla bici che hanno realizzato: un punto di incontro tra le bici da passeggio classiche e quelle da corsa, del Tour de France ─come precisano loro. Saldature in ottone, freno a pedale e sul manubrio e 3 velocità fanno di questa bici un pezzo da collezione.


Ok, questa magari l’avete già vista. Non è una bici, ma è la vernice spry realizzata dalla Volvo che è invisibile durante il giorno, ma che ─ calata la notte ─ diventa fosforescente a contatto con la luce dei fari delle auto. Se la spruzzate sulla bici, potete ben capire l’effetto che ne verrà fuori.

No more articles