Another tale about Wonderland – Katerina Plotnikova

Luoghi persi tra una leggera foschia e rami intricati. Colori tenui, quasi sbiaditi da un’atmosfera sognante. Una luce soffusa.

Questi sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano gli incredibili scatti di Katerina Plotnikova, fotografa russa con base a Mosca, classe 1987.

Eteree modelle dai lunghi capelli e dalla pelle candida posano con indescrivibile calma accanto ad animali selvaggi.
Il corpo esile delle fanciulle sembra quasi sproporzionato rispetto all’ingombrante massa degli animali, tigri, elefanti, cervi, orsi. Eppure l’incontro tra i due soggetti risulta di una naturalezza disarmante. Un vero e proprio mondo incantato, senza luogo nè tempo.

Non si tratta di immagini costruite digitalmente, gli animali sono presenti sulla scena, attentamente seguiti da addestratori professionisti. Tutto è pensato con incredibile cura, anche la costruzione degli elementi di scena, quando sono presenti.
La scelta dell’outfit delle modelle, inoltre, non è affatto casuale. Anzi, pur mantenendo una semplicità di base, gli abiti che Katerina sceglie sembrano venire tutti da un’altra epoca e con le loro linee morbide e colori tenui, connotano implicitamente la personalità delle protagoniste dei suoi scatti, aggraziate fanciulle dall’anima misteriosa.

L’elemento straniante delle foto di Katerina Plotnikova è il contrasto tra l’espressione calma delle modelle e il potenziale pericolo che stanno correndo.
Un’atmosfera surreale che ha dell’incredibile, racconta ogni volta una storia diversa.

La giovane artista è alla continua ricerca di luoghi misteriosi per i suoi scatti.

Attualmente sta lavorando ad una serie di video in cui mostrerà scene del backstage dei suoi shooting, dando qualche suggerimento a tutti gli appassionati di fotografia che vorrebbero lavorare a stretto contatto con gli animali.

Già al momento, sulla sua pagina facebook è possibile trovare degli scatti di backstage in cui la fotografa mostra il retroscena del suo lavoro, dalla costruzione degli oggetti di scena alla messa in scena vera e propria, svelando alcuni i suoi piccoli trucchi.

Spesso realizzare quello che si immagina non è per nulla facile e negli scatti di Katerina vi è sempre la presenza dell’assurdo, per quanto i suoi scatti siano, incredibilmente, assolutamente reali.