La serie Opalina di Cristina Celestino per Tonelli – Progettare con il vetro

Opalina è la nuova collezione creata dall’architetto Cristina Celestino per Tonelli Design. Una toeletta, una scrivania, uno specchio, un’appendiabiti e uno sgabello, interamente in vetro. La serie si distingue per l’articolazione dei pezzi dai volumi arrotondati e dai colori opachi e tenui.

Sfruttando la millenaria tradizione del vetro, l’azienda Tonelli produce mobili da oltre 25 anni con la tecnica della saldatura mediante collante strutturale. La sapienza artigianale si confronta con la visione contemporanea di Cristina Celestino, grazie alla quale la ricerca formale ed estetica diviene anche culturale.

Fino al XIX secolo, la parola opalina si riferiva al colore bianco sporco, rosa. (…) Nel corso dei secoli l’uso di vetro opalino è diventato più sofisticato in termini di variazioni di colore, tuttavia le cromie più usate nel corso del XX secolo sono sempre state il bianco e il rosa pastello, il blu e il verde. Con questa collezione per Tonelli design la parola ‘opalino’ non definisce solo ornamenti e articoli da regalo ma anche arredi in vetro.

I suoi oggetti fanno parte della collezione permanente della Triennale di Milano e sono stati esposti in numerose mostre in Italia e all’estero. Cristina Celestino è fondatrice dello studio di architettura Attico e incanta con le sue opere delicate e attuali, leggere e fresche come la collezione per Tonelli, fatta di lastre di vetro acidato e dipinto, in favore della versatilità cromatica e spaziale. Traslucidi e opachi gli arredi si permeano di colori pastello, setose e calde le superfici si distendono come il mare al tramonto.