Banksy omaggia La ragazza con l’orecchino di perla

Il criptico Banksy ha postato sul suo sito ufficiale l’ultimo lavoro intitolato “The girl with the Pierced Eardrum” (La ragazza col timpano perforato) dall’esplicito riferimento a “La ragazza con l’orecchino di perla” del pittore olandese Jan Vermeer del 1665.

Banksy fa della satira il fulcro della sua attività artistica: neanche in questo caso, quindi, stupisce sapere che il famoso orecchino di perla viene rimpiazzato dalla scatola di un allarme antifurto affissa al muro. Poco si conosce sulla sua identità volutamente lasciata all’anonimato tranne che è uno dei maggiori esponenti della street art che vive a Bristol, la stessa città in cui ha raffigurato quest’ultima opera prima di postarla sul sito.

Precedentemente fu “Mobile lovers” ad apparire lo scorso aprile sul portone di un circolo giovanile in Clement Street, sempre a Bristol. Evento che suscitò grande controversia riguardo i diritti di proprietà da parte dell’artista tra il Broad Plain Boys’ Club, il cui portone era stato illecitamente danneggiato e il Bristol City Council. Accusato, Banksy si difese calmamente con un conciso intervento, sostenendo che il Club avrebbe potuto sfruttare il proprio graffito con lo scopo di raccogliere fondi. Da qui la decisione di vendere l’opera d’arte ad un collezionista per 403.000 dollari.